Valentina Ellero

Valentina Ellero è coordinatrice dell’area Consulenza e Formazione di Unione Italiana Vini Servizi, sposata e madre di tre figli. Laureata in Economia e Commercio nel 1994 presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, perfeziona la sua formazione frequentando corsi riconosciuti da Aicq Sicev nell’ambito dei sistemi di gestione aziendale quali Quality System Manager, Safety Manager, e Valutatore dei Sistemi Qualità. Da oltre 25 anni si occupa di formazione e progettazione di sistemi di gestione, sia per aziende di servizi, sia per aziende della filiera vitivinicola.

In Unione Italiana Vini dal 1998, attualmente coordina l’area Consulenza e Formazione, progettando con un team di colleghi e consulenti esterni servizi innovativi per il settore, coerentemente con i requisiti previsti dalle normative volontarie per la sostenibilità, e con gli indicatori dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Svolge in prima persona consulenza sui sistemi di gestione per la sostenibilità, seguendo gruppi nazionali ed internazionali.

Ha contribuito allo sviluppo di Tergeo, progetto promosso da Unione Italiana Vini, per la definizione dei requisiti di sostenibilità in vigneto e cantina; collabora attualmente con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per la definizione della norma nazionale sulla sostenibilità nel settore.

Il futuro del vino é donna. Primi risultati di un’indagine sul gender gap delle aziende del vino in Italia.

L’indagine sul gender gap nel mondo del vino, condotta dall’Università di Siena in collaborazione con Le Donne del Vino e UIV, ha evidenziato una crescita del ruolo delle donne nelle cantine italiane che sono diventate protagoniste dei settori commerciale, comunicazione, marketing, accoglienza in cantina e gestione agriturismo-ristorazione. Permane un problema legato alla mancanza di asili nido e scuole materne (assenti nel 100% del campione) che potrebbe essere in diretta correlazione con l’alta percentuale di addette donne con lavoro part time. Nella sessione vengono inoltre presentate da Donatella Cinelli Colombini le proposte delle Donne del Vino per accelerare le pari opportunità. Esse riguardano il mantenimento degli attuali vantaggi per le aziende agricole a conduzione femminile e un premio – in termini di agevolazioni fiscali o punteggi- per le imprese dove c’è una parità salariale e di progressione di carriera fra i generi. La wine blogger e influencer Laura Donadoni propone l’introduzione di corsi contro la violenza di genere presentando l’esempio americano. Valentina Ellero (Uiv) parlerà di sostenibilità e di come un’effettiva parità di genere non può che passare da un puntuale monitoraggio di indicatori etico-sociali.