Gill Gordon-Smith IWE

Gill Gordon-Smith IWE è Italian Wine Expert della Vinitaly International Academy, produttrice di vino, rivenditrice, giudice ed educatrice con sede nella regione della McLaren Vale, Australia. Con diplomi di formazione, progettazione e sviluppo, istruzione e formazione professionale è un’educatrice certificata WSET, ha lavorato con Qantas Airways per sviluppare il rinomato Sommelier nel Programma Sky, presenta a livello internazionale per Wine Australia e coordina la premiata Wine and Spirit School TAFE SA. Appassionata di vitigni e vini Italiani, produce vitigni Italiani a McLaren Vale. È Wine Communicators Australia 2017 Educator of the Year e 2017 Australian Wine Communicator of the Year. Nel 2020 Gill è stata nominata AWIWA Woman of Inspiration.

5 consigli per avere successo nel mercato australiano nell’era post pandemica

L’Australia sta emergendo dalle chiusure imposte dal Covid. I confini internazionali dovrebbero riaprire a dicembre 2021. A causa degli estesi lockdown l’industria delle bevande australiana ha subito una massiccia trasformazione sia per le vendite on-premise che off-premise. I produttori locali hanno perso importanti mercati di esportazione e si sono orientati verso l’interno per cercare vendite, le quali hanno avuto ripercussioni sulle importazioni. Questo fatto non è però del tutto negativo: i consumatori hanno infatti aumentato il consumo di vino e sono alla ricerca di nuovi gusti e sapori. L’Italia rappresenta una prospettiva entusiasmante sia per i consumatori che per il commercio. Con una forte popolazione italiana di espatriati, importanti piantagioni di varietà italiane, un mercato educato e l’amore australiano per il cibo e lo stile di vita mediterraneo, i vini italiani sono pronti ad acquisire maggiore trazione con l’apertura e la ricostruzione dell’economia.

Unisciti a due esperti del settore australiano, Gill Gordon-Smith IWE, Giudice, retailer, educator e importatrice e Vanessa Green IWA, Giudice, Regional CEO, importatrice e ristoratrice, per discutere dello stato attuale del mercato australiano e di come i brand italiani possano guadagnare una fetta più grande attingendo alla passione australiana per tutto ciò che è italiano.