Elena Fucci

Elena Fucci inizia la propria carriera nel vino nel 2000, quando viene a sapere che i genitori, entrambi insegnanti vicini alla pensione, discutono se vendere o meno i vigneti condotti dal nonno, da sempre utilizzati soprattutto per la produzione di uva da vendere ad altri vinificatori. Elena decide di farsi carico dei vigneti e intraprende immediatamente il percorso di studi in Viticoltura ed Enologia presso l’Università degli Studi di Pisa. Presta così il proprio nome alla nuova cantina. Le prime annate del suo cru, Titolo, sono dei veri e propri esperimenti condotti sotto la guida di un consulente enologo. Dal 2004 è invece Elena ad occuparsi in prima persona sia della parte agronomica che della vinificazione.

L’impegno principale di Elena e della sua azienda è quello di produrre vini identitari del loro territorio, che sappiano veicolare la bellezza e l’unicità del terroir, della Basilicata e del suo vitigno principe: l’Aglianico del Vulture. Negli anni, l’azienda è cresciuta e ha portato avanti il progetto con determinazione, coinvolgendo il proprio team – che Elena considera un’estensione della propria famiglia – nella promozione dell’Aglianico del Vulture e della Basilicata nel mondo. Elena Fucci ha ricevuto diversi riconoscimenti e premi nazionali ed internazionali; premi per i  prodotti della sua azienda – tra cui Gambero Rosso, Ais, Bibenda, Wine Spectator, Wine Advocate – e premi personali (come Premio al Coraggio del Corriere della Sera, Enologo dell’Anno, Iconic Wine Women).