Dr. Laura Catena

La dott.ssa Laura Catena è una biologa e medico formatasi ad Harvard e Stanford. Nel 1995 fonda il Catena Institute of Wine in Argentina, dedicato alla salvaguardia della varietà Melbec e alla promozione del vino argentino. Attualmente è manager director di Bodega Catena Zapata, fondata nel 1902, e della sua propria cantina Luca. Nel 2017 Botega Catena Zapata ha ricevuto da The Wine Advocate di Parker il premio Extraordinary Winery dell’Argentina e dal 2018, per tre anni di fila, è stata nominata la cantina più premiata al mondo da Vivino Wine Style Awards. 

Nel 2020 Catena Zapata è stata scelta da Drinks Interntational come #1 Most Admired Wine Brand. Laura è stata definita il “volto” del vino argentino ed è autrice della guida enologica “Vino Argentino”. È apparsa su Oprah Magazine come una delle Top Women Vinters del mondo. Il suo lavoro è stato presentato nel NYT, nel Wall Street Journal, nel Food and Wine Magazine, La Naciòn, Decanter e The Economist 1843 Megazine.

Il secondo libro di Laura, “Gold in the Vineyards”, un libro illustrato sui vigneti più famosi del mondo, è stato pubblicato in inglese nel 2020. Dal 2017, Laura fa parte del Consiglio Direttivo della UC Davis School of Viticulture and Enology.  Vive con suo marito e tre figli tra Mendoza, Argentina, e San Francisco, California.

Il futuro del reporting di sostenibilità per retailer e mercati finanziari – lo sviluppo di metriche standardizzate a livello globale

La «sostenibilità» nel business vitivinicolo oscilla tra l’essere il tema più importante per il futuro del settore e una parola inutile. La chiave per trasformare il vino sostenibile in qualcosa di tangibile e di facile comprensione per i consumatori, gli acquirenti, i giornalisti e l’industria stessa consiste nell’estendere il concetto verso l’intera filiera, trovando un accordo sulle pratiche più importanti, incluse quelle supportate dalla scienza. Erica Landin-Lofving, scrittrice svedese di vini orientata alla sostenibilità e consulente di Systembolaget sulle certificazioni sostenibili, fa parte del comitato direttivo della nuova tavola rotonda mondiale no-profit del vino sostenibile, la Sustainable Wine Roundtable. SWR ha come obiettivo la creazione di un accordo globale che possa ridurre la confusione sulla sostenibilità nel vino. Con diversi grandi buyer già firmatari dell’organizzazione, tra cui Waitrose, Whole Foods, Lidl e i monopoli scandinavi, sarà un’organizzazione importante per chiunque si occupi di vendite internazionali.