Alessandro Cellai

Alessandro Cellai è originario di Siena. Nel 1989 ottiene il diploma di Perito Agrario con Specializzazione in Viticoltura ed Enologia presso l’Istituto Bettino Ricasoli di Siena, per poi iscriversi all’Università degli Studi di Pisa, presso la quale si laurea in chimica. Nel 2003 ottiene la Laurea Honoris Causa in Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi di Milano. Dal 1990 al 1995 è stato direttore tecnico di Rocca delle Macie (Castellina in Chianti). Dal 1996 a fine 2020 è stato Direttore Generale del gruppo Domini Castellare di Castellina (Castellare di Castellina, Rocca di Frassinello e Feudi del Pisciotto) gruppo con 150 ettari vitati 1,2 milioni di bottiglie prodotte e commercializzate in 70 paesi nel Mondo. Da gennaio 2021 è enologo e Direttore Generale di Az Agr Vallepicciola, azienda con 105 Ettari vitati e 600.000 bottiglie prodotte.

Nel 2000 ha iniziato a produrre vino presso la sua azienda, l’Azienda Agricola Podere Monastero, situata in Castellina in Chianti con 3 ettari vitati e una produzione di 8000 bottiglie. Dal 2019, inoltre, svolge attività di consulenza per diverse realtà come Castellare di Castellina, Feudi del Pisciotto, Rocca di Frassinello, Panizzi (Vernaccia di San Gimignano), Az Agr Podere La Villa (Chianti Classico). La sua consulenza, oltre a quella agronomica ed enologica in collaborazione con i tecnici aziendali, riguarda anche il controllo di gestione e il supporto commerciale.

Nel 2009 è stato premiato dalla rivista Decanter come migliore giovane enologo del mondo. Per 62 volte è stato premiato con I 3 Bicchieri dal Gambero Rosso. Nel 2011 “Le Sughere di Frassinello” è stato inserito inserito tra i TOP 100 vini del mondo da Wine Spectator, riconoscimento ottenuto anche nel 2018 dal “Nero d’Avola Versace”. Nel 2016, 2017 e 2018 “Baffonero” è stato premiato Best Italian Red Wine. “I Sodi Di San Niccolò” è stato premiato con un rating medio di 96+ da Wine Spectator e Robert Parker. Nel 2019 – 2020 “La Pineta”, Pinot Nero prodotto dalla sua azienda personale, è stato premiato Best Italian Pinot Noir. Lo stesso vino è stato premiato nel 2018 con Il Sole di Veronelli (Top 10 Italian Wines). Nel 2019 il “Chianti Classico Castellare” è stato inserito nei TOP 100 vini del Mondo da Wine Spectator.

Celebrity wines: nemici del terroir?